The-Americans-Image-

Tutte le storie parlano di persone che vogliono scopare

“Tutto nel mondo è sesso tranne il sesso. Il sesso è potere.” 

Oscar Wilde

Neil Landau nel capitolo settimo del suo libro “Showrunner” sostiene che tutte le storie parlano di persone che cercano di scopare. Si tratta di un’estremizzazione, ovvio, oltre che di una maniera facile e immediata di ottenere attenzione.

In realtà non è vero. Non tutte le storie parlano di questo, perlomeno non direttamente. Tutte le serie televisive mettono in scena relazioni tra esseri umani. Le relazioni, nella vita come nella “fiction”, hanno degli alti e bassi, ma alla fine, in un modo o nell’altro, si torna sempre allo status quo. Quando alla relazione si aggiunge l’atto sessuale invece tutto può succedere. E il ritorno allo status quo è inficiato da un elemento narrativo non indifferente. “Certamente”, continua Landau, “va fatta una distinzione tra infatuazione, sesso, desiderio, passione, intimità, impegno, matrimonio e amore. Ma, per poter proseguire il discorso, iniziamo con l’atto fisico di due corpi nudi che abbassano le loro difese e restano aperti all’intimità del tocco dell’altro, senza escludere poi le dinamiche di potere che vanno a braccetto con tutto questo”.

Eccolo il punto: le dinamiche di potere. Nelle serie tutto ruota intorno a questo. Il potere è un motore potentissimo.

Dopo il sesso quali saranno i nuovi paradigmi di quella relazione umana? Chi terrà il coltello dalla parte del manico? Come si riconfigureranno i due “amanti” all’interno dei rispettivi sistemi di relazione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *